Certificati anagrafici

Certificati anagrafici

I certificati anagrafici vengono rilasciati dall’ufficio anagrafe del comune di residenza.
L’estratto di nascita viene sempre rilasciato dal comune di nascita, indipendentemente dalla residenza.
Se un certificato non viene richiesto direttamente dall’interessato ma da persona diversa, questi deve, al momento della richiesta, compilare un modulo dove vengano riportati i suoi dati e la motivazione della richiesta stessa. Se nel certificato è richiesta l’indicazione della maternità e della paternità, il certificato può essere ottenuto esclusivamente dal soggetto interessato.
Le certificazioni rilasciate dalle Pubbliche Amministrazioni (P. A.) in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati.
Nei rapporti con gli organi della P. A. e i gestori di pubblici servizi, i certificati  sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni sostitutive di certificazione o dall’atto di notorietà. Conseguentemente, a far data dal 1° gennaio 2012, le amministrazioni e i gestori non possono più accettare né richiedere certificati, tanto più in quanto tali comportamenti integrano, per espressa previsione, violazione dei doveri d’ufficio ai sensi della nuova formulazione dell’articolo 74, comma 2, lett. a), del decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 2000.
Sui certificati deve essere apposta, a pena di nullità, la dicitura: “Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della P. A. o ai privati gestori di pubblici servizi.”; le amministrazioni e i gestori devono conseguentemente adottare le misure organizzative necessarie per evitare che,  dal 1° gennaio 2012, siano prodotte certificazioni nulle per l’assenza della predetta dicitura. Inoltre, il rilascio di certificati che ne siano privi  costituisce violazione dei doveri d’ufficio a carico del responsabile, per  espressa previsione della lett. c-bis del comma 2 dell’articolo 74, del decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 2000, introdotta dal citato articolo 15 della legge n. 183 del 2011.

Validità
I certificati hanno validità sei mesi, fatta eccezione per i certificati relativi a situazione personali che non cambiano nel tempo (nascita, morte) i quali non hanno scadenza.

Costo
Se in carta libera Euro 0,52 per diritti di segreteria; se in bollo presentarsi con marca da  Euro 14,62 + Euro 0,52 per diritti di segreteria.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per il suo funzionamento, per le opzioni di condivisione sui social. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Maggiori Informazioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l\'uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi