Confraternita

Cenni sulla Confraternita di S. Caterina d’Alessandria V.e M.

L’anno di fondazione della nostra Confraternita è presumibilmente il 1560; da una ricerca fatta alcuni anni fa negli archivi della Curia non sono stati trovati documenti anteriori a tale data.

La Confraternita nacque come tante altre in quell’epoca, con carattere assistenziale, caritativo, per soccorrere alle necessità di famiglie indigenti, per accompagnare i morti alla sepoltura….

Per secoli i compiti e i fini sono rimasti immutati. Agli inizi degli anni novanta un gruppo di uomini del paese hanno costituito il gruppo dei “Portatori di Crocifisso”, facendo costruire la croce con i “canti” per una statua lignea del XVIII sec., già proprietà dell’Oratorio.

Dal maggio del 2005 si è provveduto a istituire un Consiglio Direttivo e successivamente la Confraternita, sotto la guida del Priore Richeri Claudio e Vice Priore Cappello Gabriello, ha portato a termine tutte le pratiche per diventare ente giuridico e tutti i confratelli che ne sono entrati a far parte hanno compiuto il rito della vestizione in presenza del Rev Parroco Don Barthos e del Segretario Generale delle Confraternite Sig. Martucci. Ogni confratello durante le processioni o raduni indossa una cappa di canapa bianca con cingolo in vita e tabarro rosso porpora; nel passato indossando la sola cappa si accompagnavano al cimitero i confratelli defunti, ora questa pratica è in disuso.

Le insegne della Confraternita sono costituite da alcuni fanali e da uno stendardo che raffigura la Patrona S. Caterina, con la denominazione e l’anno di fondazione. E’un’opera realizzata su tela dalla pittrice imperiese Francesca Zacaridikas.

Rituali annuali:

Ogni anno nella ricorrenza dei Defunti e per la festa della Santa Patrona viene celebrata una S. Messa nell’Oratorio.

La Confraternita partecipa con le insegne e quando è possibile con il Crocifisso alle Processioni del paese e dei paesi vicini, nonché al raduno regionale della confraternite.

In occasione della solennità di S. Giacomo Apostolo partecipa e ospita altre confraternite sull’omonimo colle.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per il suo funzionamento, per le opzioni di condivisione sui social. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Maggiori Informazioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l\'uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi